Dodicesimo successo stagionale per Marc Marquez che chiude trionfalmente la stagione che lo ha visto conquistare il suo sesto titolo mondiale in MotoGp, aggiudicandosi il Gp di Valencia. Per lo spagnolo si tratta del 18esimo podio su 19 gare stagionali. Alle sue spalle il francese Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, e l’australiano Jack Miller, Pramac Racing Ducati.

Sul circuito Ricardo Tormo il pilota della Honda, che scattava dalla seconda posizione in griglia non ha una partenza super e viene risucchiato in quinta posizione, in testa Miller ha il guizzo giusto e prende la testa della gara davanti al pole-man Quartararo, terzo Rins seguito da Dovizioso. Poco dopo il ducatista supera Rins ed è terzo. Quartararo si prende la prima posizione con Miller che precede Marquez, l’otto volte iridato nel frattempo ha superato Rins. La superiorità della Honda del campione del mondo si fa sentire e lo spagnolo supera Miller mettendosi a caccia di Quartararo.
Marquez è più veloce del francese e lima il suo distacco a 0”4 a 23 giri dal termine. Spinge lo spagnolo che recupera 3 decimi al leader della corsa mettendolo nel mirino. Terzo Miller seguito da Rins e Dovizioso.

A 20 giri dalla fine Marquez affianca Quartararo che prova a resistere all’assalto, ma alla fine deve lasciare campo aperto alla Honda dello spagnolo. Intanto cade Petrucci su Ducati che si deve arrendere a 13 giri dal termine. Lo spagnolo aumenta il gap con Quartararo che sale oltre il secondo e mezzo, dietro Miller accorcia le distanze dal francese, quarto Dovizioso ancora all’inseguimento. Tra Quartararo e Miller ci sono 8 decimi quando mancano 2 giri al termine. Dopo 27 giri la gara si chiude senza sorprese, vince Marquez davanti a Quartararo e Miller. Ai piedi del podio Dovizioso seguito da Rins e Vinales. Ottavo Valentino Rossi, 14esimo Jorge Lorenzo all’ultima gara della sua carriera.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Valentino Rossi, dal 2021 il Dottore non avrà più la Yamaha ufficiale: contratto a Quartararo

next