Il terzo capitolo di Luigi’s Mansion arriva su Nintendo Switch prendendo tutto il buono dei capitoli precedenti e migliorandone ancora una volta il gameplay, regalando un gioco divertente ed equilibrato e con quelle piccole novità che fanno di Luigi’s Mansion 3 uno dei migliori giochi per Switch usciti nel 2019.

Ancora una volta il fratello dell’idraulico più famoso del mondo – che sembra aver trovato nella disinfestazione di fantasmi la sua vocazione – si trova a dover salvare i suoi compagni di avventura dal perfido King Boo che li ha rinchiusi in alcuni quadri nascosti; se la trama non brilla certo per originalità e non è che una scusa per metterci nuovamente in mano il poltergust (il potentissimo aspirapolvere progettato per la caccia ai fantasmi dal Professor Strambic), il versante tecnico e quello del gameplay sono di altissima qualità, regalando al giocatore un gioco genuinamente divertente e che grazie ad alcune feature tiene incollati al pad fino alla fine.

Graficamente impeccabile e dai colori brillanti, Luigi’s Mansion 3 è programmato magistralmente e il suo intento è impegnare il giocatore nell’esplorazione degli ambienti che costituiscono l’Hotel Miramostri, con tante ambientazioni diverse e che sorprendono di piano in piano, facendo diventare la disinfestazione sistematica dei fantasmi una parte secondaria, spinta solo dalla voglia di vedere cosa si nasconde dietro la prossima porta; l’aggiunta alle meccaniche storiche del gioco di un clone di Luigi, Gommiluigi, da vita non solo a puzzle divertenti dove dovrete alternare i due per poter arrivare alla soluzione ma anche alla possibilità di un multiplayer cooperativo locale, una possibilità rara di questi tempi, ma che si presta benissimo a questa tipologia di gioco, dando una marcia in più a un gioco già ben sviluppato.

Il comparto multiplayer online è presente e vi darà la possibilità di impegnarvi in alcuni minigiochi esplorativi fino a otto giocatori, divertenti e sicuramente un ottimo contorno all’esplorazione del gioco principale che farà insistere il giocatore non solo nel finire il gioco ma anche nel recuperare tutti i collezionabili, accompagnati dalle belle musiche del gioco.

Sicuramente Luigi’s Mansion 3 è uno dei giochi più divertenti e curati del parco titoli disponibile per la console portatile di Nintendo, bello in singolo e ancora di più in multiplayer, l’ultimo capitolo delle avventure da acchiappafantasmi di Luigi è un acquisto obbligato per gli amanti dei giochi made in Nintendo e per chiunque cerchi qualcosa di divertente e ben sviluppato che occupi i pomeriggi di questo autunno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bose Noise Cancelling Headphones 700: ottima esperienza d’ascolto, interessanti nel design e buona prova nella cancellazione dei rumori

next
Articolo Successivo

Chili inaugura l’era dello streaming 8K sulle Smart TV Samsung

next