Il pantheon di Salvini è estremamente variegato, nel suo discorso dal palco di Pontida 2019 non sono mancate le citazioni dei suoi personaggi di riferimento. Non manca Oriana Fallaci, poi c’è spazio per tutti, da Leopardi a Enzo Ferrari, passando per Giovanni Paolo II, don Pierino Gelmini, Rosario Livatino, Margaret Thatcher. Un pensiero anche per Enrico Berlinguer e i ringraziamenti di rito a Umberto Bossi e Roberto Maroni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Pontida, Salvini: “Cinque milioni di firme se provano a smontare il decreto sicurezza”

next
Articolo Successivo

Umbria, Franceschini (Pd): “Alleanza elettorale? Perché no. Parole di Di Maio importanti”

next