Vuole il cappello che la regina del soul indossava durante la storica cerimonia di giuramento nel gennaio del 2009 quando è diventato il primo presidente afro-americano degli Stati Uniti. Barack Obama si fa avanti nella battaglia legale per la divisione dell’eredità di Aretha Franklin e reclama l’accessorio della cantante, legato all’inizio della suo primo mandato presidenziale.

La Franklin fu invitata a cantare la canzone patriottica My Country ‘Tis of Thee’ ma a rubare la scena fu il suo cappello, di colore grigio e con un enorme fiocco decorato con cristalli Swarovski e creato appositamente per lei da Luke Song. Secondo lo stesso designer, il cappello per volere della stessa Franklin sarebbe dovuto finire nella mani di Obama ma dopo la sua morte l’anno scorso e il ritrovamento di tre testamenti scritti a mano la divisione dell’eredità si è complicata. Oltre ad Obama, anche l’istituto museale Smithsonian ha richiesto il cappello visto il suo valore storico. Se sarà l’ex presidente a spuntarla, l’oggetto troverà casa nella biblioteca presidenziale che sarà costruita a Chicago.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Spagna, Agenzia dei Medicinali ritira dal mercato farmaco contaminato: sedici bambini hanno contratto la “sindrome del lupo mannaro”

next
Articolo Successivo

Migranti, Mare Jonio salva 100 persone: tra loro 22 bimbi. Salvini, Toninelli e Trenta firmano divieto d’ingresso

next