“La tensione a bordo è insostenibile, quello che stiamo vivendo è ingiustificabile. “Scusate se disturbiamo le vostre vacanze, ma siamo cittadini spagnoli, vittima di un sequestro, non siamo pirati somali”. Lo scrive su twitter Oscar Camps, fondatore della ong Open Arms aggiungendo anche un video da bordo della nave. Il concetto è stato ribadito anche sul profilo italiano dell’Ong: “La situazione a bordo è diventata insostenibile. State violando tutte le Convenzioni Internazionali sul soccorso in mare, state sequestrando 134 persone e l’intero equipaggio. L’Europa ricorda la Dichiarazione dei Diritti Umani? Vergogna”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Viminale, il giudice: “Licenziamento discriminatorio per la mediatrice peruviana che ha scritto la lettera a Salvini”

prev
Articolo Successivo

Open Arms, completato il trasbordo dei 27 minori: sulla terraferma dopo 16 giorni

next