“La tensione a bordo è insostenibile, quello che stiamo vivendo è ingiustificabile. “Scusate se disturbiamo le vostre vacanze, ma siamo cittadini spagnoli, vittima di un sequestro, non siamo pirati somali”. Lo scrive su twitter Oscar Camps, fondatore della ong Open Arms aggiungendo anche un video da bordo della nave. Il concetto è stato ribadito anche sul profilo italiano dell’Ong: “La situazione a bordo è diventata insostenibile. State violando tutte le Convenzioni Internazionali sul soccorso in mare, state sequestrando 134 persone e l’intero equipaggio. L’Europa ricorda la Dichiarazione dei Diritti Umani? Vergogna”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Viminale, il giudice: “Licenziamento discriminatorio per la mediatrice peruviana che ha scritto la lettera a Salvini”

next
Articolo Successivo

Open Arms, completato il trasbordo dei 27 minori: sulla terraferma dopo 16 giorni

next