Domenica da bollino rosso sulle principali strade italiane. Per chi si mette in viaggio in queste ore, l’esodo estivo e lo sciopero dei lavoratori delle concessionarie autostradali ha provocato diversi rallentamenti: traffico sostenuto in uscita dalle grandi città del nord, con rallentamenti significativi sull’A1 e sulla A14 verso sud. Altre possibili code potrebbero registrarsi alle stazioni autostradali a causa di uno sciopero nazionale del personale di esazione, che sta interessando il fine settimana a partire da domenica 4 agosto, dalle ore 10 alle ore 14 e dalle ore 18 alle ore 24, per proseguire lunedì 5 agosto dalle ore 00 e alle ore 2.

La situazione della rete autostradale – Secondo gli ultimi aggiornamenti, il traffico sulla rete autostradale e sulle principali strade statali è rallentato nei seguenti tratti: sull’A1/A22 ci sono code sull’innesto sulla A22. Sull’A2 c’è traffico intenso nell’area salernitana; Viabilità Italia segnala traffico momentaneamente rallentato per veicolo in fiamme al km 1+900. Sull’A9 ci sono due km di coda a Brogeda, un km di coda a Grandade, un km di coda a Chiasso. Sull’A12 ci sono 4 km di coda, il traffico è bloccato al km 45 tra Sestri Levante e Lavagna direzione nord ed è stata istituita un’uscita obbligatoria a Sestri Levante con immissione sulla Ss1 Aurelia con rientro a Lavagna. Sull’A10 c’è un km di coda alla barriera di Ventimiglia in ingresso direzione Italia; sull’A18 ci sono 8 km di coda tra Giarre e Fiume Freddo in direzione Messina; sull’A30 code di 4 km tra Salerno e bivio A30 per traffico congestionato. Al Traforo Monte Bianco si segnalano 45 minuti di attesa in entrambi i piazzali.

La situazione delle strade statali – Per quanto riguarda le strade statali principali, c’è traffico intenso lungo la SS1 Aurelia, SS16 Adriatica, SS18 Tirrena Inferiore, SS106 Ionica, SS51 via Alemagna, SS36 del lago di Como e dello Spluga.

I dati di Coldiretti – L’allerta per il traffico non condiziona il comportamento di oltre 4 italiani su 10 (42%) che non cambiano la scelta del giorno di partenza o di rientro perché spesso possono godere solo di periodi limitati e prestabiliti di ferie, che costringono a sfruttare al massimo i giorni a disposizione. I meno preoccupati, sottolinea Coldiretti, “sono proprio coloro che hanno scelto di viaggiare in camper: sono circa 1,6 milioni i turisti italiani in viaggio sulle strade delle vacanze con il camper, che garantisce ai passeggeri tutti i comfort anche nel caso di lunghe code. Si stima che in Italia siano presenti circa 12mila piazzole di sosta negli agriturismi italiani, che sono particolarmente apprezzate dagli amanti della vacanza all’aria aperta come i camperisti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, i 40 della Alan Kurdi sbarcati a Malta, “ma non resteranno sull’isola”. Intanto, la Open Arms viaggia con 161 persone a bordo

next
Articolo Successivo

Savona, 12enne colpito in spiaggia a Bergeggi da cassonetto lanciato da scogliera: è grave. Il padre: “Chi ha visto denunci”

next