Marc Marquez si è preso un grosso rischio che, però, ha pagato, regalandogli la 58esima pole position consecutiva in MotoGp, eguagliando il record di Mick Doohan. La testa nelle qualifiche del Gran Premio della Repubblica Ceca, con un distacco di 2 secondi e mezzo su Jack Miller (Ducati Pramac), secondo, è anche il frutto della scelta di montare gomme slick in condizioni miste asciutto-bagnato in pista. A Brno, il pilota Honda partirà dal primo posto in griglia, seguito da Miller e dal francese Johann Zarco (Ktm). Il primo degli italiani è Andrea Dovizioso che in sella alla Ducati ufficiale si è piazzato quarto a 2”837. Settimo Valentino Rossi con la Yamaha.

“Onestamente, se ci penso adesso dico ‘ho preso troppi rischi per la situazione che abbiamo in campionato’. Ma volevo la pole”, ha commentato a mente un po’ più fredda Marquez, che però motiva la sua scelta: “Ho visto che c’era una possibilità e l’ho presa, il problema è che alla fine è iniziato a piovere un’altra volta. Mi sono preso il rischio. Ero concentrato al 100%, questa pole è un po’ diversa. Sapevo che se fossi caduto, ai box mi avrebbero ammazzato. Ma volevo la pole”.

Al fianco di Dovizioso, dalla seconda fila partiranno gli spagnoli Pol Espargaro (Ktm) e Alex Rins (Suzuki), mentre Rossi precede l’altra Ducati ufficiale di Danilo Petrucci e il compagno di squadra Maverick Vinales. La top ten è completata dal francese Fabio Quartararo con la Yamaha del team Petronas.

“Non mi piacciono queste condizioni, ma ci siamo impegnati lo stesso. Abbiamo dato il nostro meglio”, ha commentato Miller al termine delle qualifiche.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp Germania, vince Marquez come al solito. Viñales secondo, Crutchlow 3°. Poi Petrucci e Dovizioso. Rossi è ottavo

next
Articolo Successivo

Gp Repubblica Ceca, è ancora trionfo di Marquez seguito da Dovizioso. Lo spagnolo sale così a 210 punti in classifica

next