Chi desidera uno smartwatch, ma non ha ancora scelto quale acquistare perché desidera un prodotto molto leggero e con un’autonomia prolungata, a partire dal 7 agosto potrà comprare il nuovo Amazfit Bip Lite, un prodotto realizzato da una spinoff di Xiaomi, che arriva in Italia a 59,90 euro. Pesa 32 grammi cinturino incluso, ha un’autonomia dichiarata di 45 giorni e si può già prenotare dal sito ufficiale del produttore. La cassa si adatta a tutti polsi, dato che è da 43 millimetri e con gli angoli smussati.

In buona sostanza si tratta della versione economica del modello Bip già in circolazione da tempo, rispetto al quale ricalca quasi tutte le caratteristiche, fatta eccezione per l’assenza del GPS. È impermeabile fino a 3 atmosfere, quindi si può indossare per immergersi fino a 30 metri di profondità. Ha in dotazione uno schermo touch da 1,28 pollici di forma rettangolare che ha una risoluzione 176 x 176 pixel ed è protetto da Gorilla Glass 3 contro urti accidentali.

La luminosità è sufficiente per rendere lo schermo leggibile anche sotto luce diretta del sole, e la modalità Always-On-Display mostra costantemente tutte informazioni indispensabili.

Presenti le funzioni che si si aspetta di trovare in uno smartwatch, come monitoraggio del battito cardiaco, tracciamento del sonno, avvisi di sedentarietà, monitoraggio dell’attività fisica e ricezione di notifiche e chiamate. Nessuna novità neanche dal punto di vista estetico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Nokia 9.1 PureView metterà in campo connettività 5G e software fotografici evoluti

prev
Articolo Successivo

L’Intelligenza Artificiale di Samsung cambia il punto di vista di un video in un batter d’occhio

next