Mercoledì nero per i trasporti: è iniziato lo sciopero generale di treni, metr0, bus e navi, con modalità e fasce orarie diverse da città a città. I sindacati confederali hanno respinto la richiesta di rinvio presentata dal Ministero dei Trasporti e dal Garante, confermando la mobilitazione. Per Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti  le ragioni della mobilitazione “rimangono quindi tutte valide, nonostante il ministro nel corso della riunione si sia reso disponibile a convocare una serie di incontri sul settore, come più volte abbiamo richiesto”. Venerdì 26 tocca poi agli aerei anche se con una modalità ridotta a sole 4 ore (dalle 10 alle 14) dal Mit: “Inaccettabile l’atteggiamento dell’azienda” sostengono piloti e assistenti di volo Alitalia.

Oggi il trasporto pubblico locale (bus, metro, navi) si ferma a Milano dalle 18 alle 22, a Torino dalle 18 alle 22, a Genova dalle 11.30 alle 15.30, a Venezia dalle 10 alle 13, a Bologna dalle 11 alle 15, a Firenze dalle 18 alle 22, a Perugia dalle 17:30 alle 21:30, a Roma dalle 12.30 alle 16:30, a Napoli dalle 9 alle 13, a Bari dalle 12.30 alle 16:30, a Palermo dalle 9.30 alle 13.30.

Per quanto riguarda i treni invece, circoleranno regolarmente solo le Frecce di Trenitalia pertanto dalle 9.00 alle 17.00 non sono garantiti i collegamenti regionali ma sono state istituite comunque delle fasce di garanzia, con possibili leggere modifiche al programma dei treni. Nel trasporto marittimo lo sciopero, sempre oggi, mette in forse traghetti e navi da carico nell’arco dell’intera giornata, ma saranno garantiti le linee ed i servizi essenziali. Stop di 4 ore, a fine turno anche per gli addetti al noleggio auto, sosta e soccorso stradale e articolato all’interno dei turni nell’arco delle 24 ore per gli addetti al servizio taxi.

Venerdì 26 toccherà invece agli aerei, con uno stop di 4 ore dalle 10 alle 14, ad esclusione dei controllori di volo di Enav. Per la giornata era in calendario anche la protesta di 24 ore del personale Alitalia proclamata da Anpac, Anpav, Anp, Usb, Cub-Trasporti e Air Crew Committee ma in seguito alla precettazione disposta dal Mit la protesta è stata ridotta a 4 ore.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Torino, distraevano anziani chiedendo informazioni stradali. Arrestati ladri seriali

next
Articolo Successivo

Santa Maria di Leuca, maxi yacht si schianta sulla banchina e distrugge barca a vela

next