Maxi multa da 183 milioni di sterline, pari a 204 milioni di euro, per la compagnia aerea britannica British Airways dopo l’attacco hacker subito l’anno scorso in cui sono stati carpiti dati e coordinate delle carte di credito di 380mila passeggeri. La sanzione, riporta l’Independent, è stata annunciata dall’Information Commissioner’s Office (Ico), l’autorità britannica per la privacy e la protezione dei dati, che la notificherà alla BA come previsto dalla legge sulla Protezione dei Dati. I pirati informatici si sono impossessati di dati personali e finanziari di clienti che hanno prenotato online voli della compagnia britannica fra la sera del 21 agosto e mercoledì 5 settembre dell’anno scorso.

“Siamo sorpresi e delusi dalle conclusioni iniziali dell’Ico”, ha dichiarato il numero uno Alex Cruz, spiegando che “British Airways ha risposto rapidamente all’atto criminale di furto dei dati dei suoi clienti”. L’ad della società madre Iag, Willie Walsh, ha annunciato l’intenzione di fare appello. La multa rappresenta l’1,5% del fatturato globale della British nel 2017.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Spread scende ancora a 195, rendimento Btp ai minimi dal 2016. Avvio positivo di Piazza Affari

next