“Una situazione di nuova conflittualità e divisioni interne assurde non sulle politiche, sui cui fondamentali siamo d’ accordo, ma sulle cavolate. Ci sono due eventi che hanno determinato questa implosione: il caso Luca Lotti sul cui comportamento io sono stato chiaro e ho reputato inaccettabile perché non aveva alcuna delega per occuparsi del Csm e la segreteria che non ha funzionato ed evidentemente è stato un colpo mancato”. Lo ha detto Carlo Calenda nel corso di una diretta sul proprio profilo Facebook. “Se si nomina un responsabile riforme che era contrario al Referendum è un problema – prosegue – ma anche quelli che sono rimasti fuori perché volevano rimanere fuori e poi si arrabbiano perché sono rimasti fuori c’è qualcosa che non va anche perché succedeva la stessa cosa con le minoranze quando il Segretario era Renzi. Gentiloni chiami a raccolta tutte le componenti e costruisca un Governo ombra con cui stanare questo Governo”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma, ‘il Piano Nomadi è una rivoluzione’. Ma da 25 anni sentiamo le stesse promesse

prev
Articolo Successivo

Csm, Conte: “Maggioranza giudici onesta. Riforma della giustizia sarà meditata bene. Ben venga collaborazione opposizioni”

next