“Io sotto assalto di Salvini e Di Maio su conti, Ue e tasse? Mi vogliono dettare l’agenda? No, non è stato questo l’atteggiamento, né questo il clima. Nessuno mi vuole mettere in un angolo, sono lo stesso che a dicembre ha evitato la procedura di infrazione al Paese salvaguardando le misure di protezione sociale, quota 100 e reddito di cittadinanza. Non ho cambiato filosofia”. A rivendicarlo il presidente del consiglio Giuseppe Conte, a margine dell’assemblea di Assonime a proposito della riunione di ieri sera con Di Maio e Salvini. “Con i vicepremier c’è un clima di fiducia”, ha continuato. Anzi, nell’esecutivo, ha aggiunto il premier, “c’è piena condivisione ” anche sulla necessità di evitare la procedura di infrazione “che sarebbe un danno per il Paese che ci esporrebbe a una fibrillazione dei mercati che rischia di non essere controllata”. “La filosofia non cambia: no austerity, no misure recessive”, ha continuato Conte, escludendo il rischio di una manovra correttiva.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Bus dirottato a San Donato, in Consiglio dei ministri la proposta di concedere la cittadinanza a Ramy e Adam

prev
Articolo Successivo

Legnano, protesta M5s contro il sindaco leghista ai domiciliari che ha ritirato le dimissioni. E Carroccio grida: “Raggi, Raggi”

next