“L’atteggiamento del governo con l’Europa sarà costruttivo, cercheremo un ragionevole punto di incontro“. A rivendicarlo, nel corso di un’informativa alla Camera, il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, riferendosi alla procedura d’infrazione. “Il Governo – ha continuato Tria – monitora costantemente l’andamento dei conti pubblici ed è determinato a perseguire il fondamentale obiettivo di saldo strutturale e ad adottare tutte le cautele e le iniziative funzionali al raggiungimento di tale obiettivo”. E ancora: “L’esecutivo conferma il suo impegno a rispettare i dettami del Patto di stabilità e crescita. Quanto al 2018 non si è dato luogo a nessun allentamento della politica fiscale”