E il Pd? È sparito perché non è in grado di fare una comunicazione efficace come quella di Salvini e Di Maio. L’errore comunicativo più grande del partito di Nicola Zingaretti sta nel posizionamento. Lega e M5S sono anti-europeisti. Dunque, per avere ragione di esistere, il Pd avrebbe dovuto posizionarsi come convinto europeista e difendere l’Europa così com’è. Invece ha usato lo stesso slogan degli avversari: cambiamola (l’Europa). Casomai doveva dire “difendiamola”.

In ogni caso il Pd prenderà una percentuale importante di voti. Cinque anni fa li prese per paura di Beppe Grillo grazie a una campagna efficace contro il fondatore del M5S da parte di Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Domenica li prenderà per paura di Salvini. Sarà un voto “contro”, dunque. In questo caso contro l’estremismo di destra.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Europee, Di Maio chiude a Roma con Casaleggio e Di Battista. Salvini al Nord: “Da lunedì torniamo a lavorare”

prev
Articolo Successivo

Europee, M5s chiude la campagna a Roma. Ma nel momento clou in piazza non c’è il pienone: le immagini dall’alto

next