Come conferma l’ultimo battibecco fra i vicepremier, con Luigi Di Maio che chiede a Matteo Salvini se il voto di domenica è un voto per far cadere il governo, l’esito elettorale potrebbe rimettere in discussione gli equilibri fra M5S e Lega, oggi sbilanciati sui primi in quanto vincitori delle scorse politiche. Una vittoria della Lega alle Europee potrebbe stravolgere questi equilibri in favore di Salvini, che rivendicherebbe più potere. Se questa vittoria dovesse essere ampia si potrebbe perfino mettere in discussione la tenuta stessa del governo. La rilevanza del voto a livello nazionale dunque è molto alta. Per questo si parla di vicende interne e non di temi europei.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Europee, Di Maio chiude a Roma con Casaleggio e Di Battista. Salvini al Nord: “Da lunedì torniamo a lavorare”

prev
Articolo Successivo

Europee, M5s chiude la campagna a Roma. Ma nel momento clou in piazza non c’è il pienone: le immagini dall’alto

next