Sequestri nella sede dell’Auxilium Torino ea Ivrea, Caluso, Mazzé e fuori regione da parte della Guardia di finanza nell’ambito di un’indagine per frode fiscale e indebite compensazioni. Sotto inchiesta ci sono gli ex vertici della società, Antonio Forni, Massimo Feira e Maurizio Actis.

Il club, sponsorizzato da Fiat negli ultimi anni, è recentemente retrocesso dalla Serie A a causa di una penalizzazione di 8 punti decisa dalla Federazione pallacanestro per mancati pagamenti dei contributi Irpef e Inps. L’inchiesta, anticipata dal Corriere della Sera edizione di Torino, è coordinata dal pm Ciro Santoriello ed ha preso le mosse proprio all’indomani della decisione presa dalla Fip dopo i controlli della Comtec

In virtù di quella penalizzazione il club della città della Mole è scivolato in ultima posizione ed è retrocesso in A/2, garantendo così la salvezza di Pistoia grazie ad appena 6 vittorie, una delle quali a tavolino contro l’Olimpia Milano. Contestualmente alla penalizzazione, il Consiglio federale aveva anche dato mandato al presidente Gianni Petrucci di valutare le possibilità, rispettando i regolamenti, dell’inserimento dell’Auxilium, nei campionati nazionali nella prossima stagione. 

Ma dietro la società si profila il rischio di fallimento. Tanto che proprio venerdì mattina la sindaca Chiara Appendino e l’assessore allo Sport, Roberto Finardi, hanno incontrato Stefano Sardara, il presidente della Dinamo Basket Sassari che, in collaborazione con realtà cestistiche del territorio torinese, sta lavorando a un progetto che permetterebbe alla squadra di Torino di disputare il prossimo campionato maschile nella Serie A/2 trasferendo il titolo di Cagliari