“Dal 23% in su lo considero un risultato positivo alle Europee per il Movimento cinque stelle”. Il senatore pentastellato Gianluigi Paragone, ospite di “Accordi&Disaccordi”, il talk politico condotto da Andrea Scanzi e Luca Sommi in onda su Nove (ultime puntate mercoledì 22 maggio alle 21.25 e venerdì 24 alle 22.45) fissa l’asticella per le elezioni del 26 maggio e auspica di “vedere il Partito democratico dietro alle mie spalle”.  “Lei se lo è dato un obiettivo per le Europee tenendo conto che nel 2014 fu una mezza Waterloo per il Movimento 5 stelle?”, chiede Scanzi. “Io dal 23% in su visto che qualcuno ci dava per spacciati, per morti addirittura sotto il 20%, io dal 23% in su considero un risultato positivo, poi è chiaro che vorrei vedere il Partito democratico dietro le mie spalle”, risponde il giornalista. “Salvini, però ha detto: ‘Vedo troppi accoppiamenti tra Pd e Cinque stelle’. Ma questi accoppiamenti segreti come exit strategy se il governo con la Lega saltasse ci sono oppure no?”, insiste Scanzi. “No, non ci sono. L’alleanza tra Lega e Forza Italia è un dato di fatto, l’alleanza tra Pd e M5S è una panzana”, dice categorico l’ex direttore di Radio Padania.

‘Accordi&Disaccordi’ è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, Sky Canale 149 0 e Tivùsat Canale 9.