Nell’estate del 2020 l’impianto ex Saab di Trollhattan, che fino a qualche anno fa ha visto uscire dalle catene di montaggio le auto del Grifone, diventerà il sito di produzione della prima vettura solare prodotta in serie. L’annuncio è stato dato dalla startup tedesca Sono Motors che, in collaborazione con NEVS (costruttore di auto elettriche, dal 2012 al 2016 proprietario del Gruppo Saab), sta sviluppando il progetto di Sion, veicolo elettrico alimentato a energia solare e prodotto con energia 100% rinnovabile. Lo stabilimento svedese di Trollhattan – garantisce Sono Motors – sarà assolutamente carbon neutral.

Sion, il cui prototipo era stato presentato già nel 2017, è una hatchback a 5 porte con la carrozzeria che integra 248 celle solari (esattamente, delle celle monocristalline al silicio) che rivestono tutta l’auto, dal tetto al cofano, fino alle fiancate. Producono energia che viene immagazzinata all’interno di una batteria da 35 kWh che “in Germania – specifica il costruttore tedesco – è in grado di far percorrere 34 chilometri al giorno solamente con l’energia solare”; in alternativa, l’auto può essere ricaricata come una EV qualsiasi, quindi collegandosi a WallBox domestici o colonnine di ricarica pubbliche, e in questo modo garantisce un’autonomia di 255km omologati nel ciclo Wltp, alla velocità massima di 140km/h.

“In genere– si legge sul sito della startup – sono necessari 30 minuti per ricaricare l’80% della batteria ad una stazione di ricarica rapida. E grazie al caricatore bidirezionale di bordo la Sion può condividere la propria energia per ricaricare altri veicoli”. La Sion sarà anche un’auto in condivisione: infatti, Sono Motors fa sapere che attualmente sta lavorando all’integrazione dei servizi di car sharing; in questo modo il proprietario potrà metterla a disposizione di altri utenti tramite app sia per il ride sharing, sia per cedere (e quindi vendere) energia.

La produzione attesa per i prossimi otto anni è di circa 260 mila unità, mediamente 43 mila auto vendute ogni anno. Intanto, gli ordini sono aperti e hanno raggiunto quota 9.800 pezzi: il prezzo di questa elettrica a celle solari è di 25.500 euro, pure se soggetto alla variazione del costo della batteria, che da sola costa circa 9.500 euro. Un prezzo abbordabile per un’elettrica, dovuto anche alla presenza di un’unica versione disponibile, spiega il costruttore.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Guida autonoma, le grandi manovre dei colossi americani Uber e Apple

next
Articolo Successivo

Guida autonoma, Elon Musk: “entro due anni i primi robotaxi senza conducente”

next