Gelo alla Camera dei deputati durante il Question time tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e la titolare della Difesa, Elisabetta Trenta, già protagonisti di uno scontro su porti e migranti, in merito alla direttiva del Viminale sulla nave Mare Jonio. Dopo aver scherzato con il ministro per i Rapporti con il Parlamento, il pentastellato Riccardo Fraccaro, Salvini ha ignorato l’arrivo in Aula della ministra Trenta durante il Question Time. Nessun saluto, né colloqui tra i due, seduti accanto tra i banchi dell’esecutivo. Ma non solo. I due hanno continuato a ignorarsi anche al momento dell’uscita dall’Aula dello stesso Salvini. Il titolare del Viminale è rimasto incastrato tra lo stesso banco del governo e la sedia della ministra, eppure anche in questo caso i due non si sono nemmeno salutati. Intercettata dai cronisti in Transatlantico, poi, la stessa ministra ha rivendicato: “Se ci siamo chiariti con il ministro Salvini? No, io ero impegnata e lui era impegnato”.
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Bordin, M5s: “Cordoglio da parte nostra”. Ma Sgarbi si infuria: “Indecenti, vergognatevi. Chiudete Radio Radicale”

prev
Articolo Successivo

Pd, Zingaretti nomina Paola De Micheli e Andrea Orlando vicesegretari del partito

next