Un aereo gigante dotato di sei motori e con l’apertura alare più grande mai realizzata, chiamato Stratolaunch, ha compiuto il suo primo volo sul deserto del Mojave, in California, trasformando in realtà un sogno del cofondatore di Microsoft Paul Allen, deceduto pochi mesi fa, nell’ottobre del 2018.

Il capo esecutivo della Stratolaunch Systems Jean Floyd ha detto che l’aeroplano ha compiuto uno “spettacolare” atterraggio raggiungendo appieno l’obiettivo. La Stratolaunch, fondata dallo stesso Allen, punta a competere sul mercato dei velivoli pensati per il lancio di piccoli satelliti. “E’ stato un momento emozionante – ha aggiunto Floyd in una videoconferenza – osservare di persona questo uccello maestoso spiccare il volo, vedere il sogno di Allen prendere vita davanti ai miei occhi”. “Quando l’ho visto – ha proseguito – ho sussurrato un ‘grazie’ a Paul per avermi reso parte di questo importante successo”.

Il colossale Stratolaunch, un jet a doppia fusoliera con 117 metri di apertura alare, è decollato dalla stazione aerospaziale del Mojave alle 7 di ieri (le 16 in Italia) e percorso 112 chilometri sul deserto a nord di Los Angeles in due ore e mezza, ad una velocità massima di 304 chilometri l’ora e a un’altezza massima di 5.181 metri.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

L’intervista è un disastro, la giornalista incontra l’artista prima di una mostra. In diretta succede l’irreparabile

prev
Articolo Successivo

Chilometro lanciato, il “re della velocità” spigola e cade a 170 km/h. Le immagini dell’incidente in diretta tv

next