Terrapiattisti di tutto il mondo (piatto), unitevi! La data da segnarsi è il 12 maggio 2019. Il luogo prescelto è l’Hotel Garibaldi di Palermo. Terra piatta: tutta la verità è invece il titolo del convegno che si svolgerà in due sessioni, mattina e pomeriggio, e che vedrà avvicendarsi ben 4 relatori per dodici tematiche in esame. L’apertura delle nove del mattino con Agostino Favari è la parte più pragmatica della giornata terrapiattista. Con lui, oltre ad una new entry tematica come l’ “iperproteinosi” e relative “malattie”, saranno effettuate delle dimostrazioni pratiche sull’ “assenza della curvatura terrestre” e sulla “differenza di pressione tra atmosfera e spazio siderale”.

Con Albino Galuppini si continuerà con alcune nozioni base sulla “astronomia zetetica”, un’analisi della Tartaria “il dimenticato impero dei giganti” e un evergreen sulla bufala dell’Apollo 11 e di Neil Armstrong a saltellare sul suolo lunare con il titolo: “Conquista della Luna: 50 anni di inganni”. Calogero Greco nel pomeriggio testimonierà della “free Energy” e di Viktor Schuaberger, come di “laocrazia” e proverà a spiegare l’“orbita del Sole sulla Terra piatta”. In chiusura Morena Molrini dedicherà le sue trattazioni ad “egocentrismo della stella polare”, “pianeti reali o protezioni?” e infine lancerà un monito definitivo: “La verità non è per tutti: riflessione sul rifiuto dell’informazione”.

“È tempo che le verità fondamentali si diffondano – ha dichiarato Fanari – Tutto ciò che sembra assurdo ma risulta dimostrabile deve venire alla luce del sole affinché ci si possa dirigere insieme verso il miglioramento del mondo in cui viviamo, e questo infondo lo vogliono tutti, sia le persone comuni che le persone di potere”. La partecipazione costa 20 euro e per chi lo volesse c’è la possibilità di pranzare al sacco nel Giardino Inglese con i relatori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lamberto Sposini fa una sorpresa in camerino a Barbara D’urso: “Amici per sempre”

next
Articolo Successivo

Detto Fatto, incidente hot in diretta: Bianca Guaccero conduce, ma alle sue spalle ecco cosa succede

next