I partiti di governo calano nelle intenzioni di voto, mentre cresce il Pd guidato dal neosegretario Nicola Zingaretti, che si posiziona da uno a tre punti di distacco dal Movimento 5 Stelle. È questa la tendenza rilevata da quattro sondaggi: Euromedia e Piepoli (trasmessi a Porta a porta), Emg (ad Agorà) e Index Research (Piazza Pulita). Guardando ai principali partiti, la Lega è data in calo di 1,5 punti da Euromedia e da Piepoli (-0,5), stabile al 34,6 per Index e in crescita dello 0,3 da Emg. Sul fronte del centrodestra è data in crescita da tutti Forza Italia, con una forbice dal +0,1 allo 0,5%. Salgono invece i consensi per il Partito democratico, dato in aumento tra l’1,2 fino al 2,1%. Una crescita che accorcia la distanza dal Movimento 5 Stelle, che registra dal -0,4 al -2%. Nelle intenzioni di voto, quindi, la Lega è data dal 31 al 34,6%, Forza Italia dal 9,1 all’11,5, il Pd dal 19 al 20,7 e i 5 Stelle dal 19,8 al 23,8%.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Regionali Basilicata, 5 “impresentabili” nelle liste. Tra loro due condannati per peculato rischiano la sospensione

prev
Articolo Successivo

Mantova, ‘non rifecero il partito fascista’: prosciolti in 9 per la candidatura dei Fasci del lavoro a comunali di Sermide-Felonica

next