“Molte delle persone colpite da questo atto di estrema violenza saranno della nostra comunità di migranti e rifugiati. La Nuova Zelanda è la loro casa, dovrebbero essere al sicuro”. E’ quanto ha detto premier neozelandese, Jacinda Ardern, commentando gli attacchi alle moschee di Christchurch definendoli “uno straordinario e senza precedenti atto di violenza”. Stiamo vivendo uno dei “giorni più tristi” per il nostro Paese, ha aggiunto la premier annunciando che si sta recando a Wellington per una riunione di emergenza con le agenzie di sicurezza nazionale.
Al momento della sparatoria vi erano diverse centinaia di persone nella moschea di al Noor per la preghiera del venerdì- Un testimone, Ahmad al Mahmooud, ha descritto l’assalitore come un uomo bianco, biondo, che indossava un elmetto e giubbotto anti-proiettile ed era armato con un fucile automatico.

Subito dopo le sparatorie, la polizia ha messo in stato di allerta tutta la città chiudendo scuole e l’ospedale cittadino che ha annullato tutti gli appuntamenti del pomeriggio, comunicando che nessun paziente o dipendente poteva entrare o uscire dall’edificio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Macron, tour in Africa orientale: in Gibuti per contrastare protagonismo della Cina. Poi Etiopia e Kenya con 8 capi azienda

prev
Articolo Successivo

Nuova Zelanda, la strage in moschea trasmessa in diretta dal terrorista. Il viaggio in auto e la camminata prima dell’orrore

next