“Quanto avvenuto dall’altra parte del mondo, in Nuova Zelanda è un segnale d’allarme gravissimo“. Ha commentato così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella la strage avvenuta a Christchurch. “Alcuni forsennati – ha ricordato il capo dello Stato ad Ancona durante l’apertura del 50° anno accademico dell’Università Politecnica delle Marche – hanno sparato, uccidendo decine persone inermi di religione islamica che stavano pregando”.

Sulle armi di chi ha sparato, ha detto il capo dello Stato, “c’erano alcuni nomi, tra questi quello di Luca Traini che a Macerata ha sparato a casaccio contro ogni immigrato che incontrava per strada, quello dell’attentatore responsabile dell’attacco in Canada (Alexandre Bissonnette, che in una moschea a Quebec City il 30 gennaio 2017 uccise sei persone, ndr), affiancati nella loro dissennatezza al doge di Venezia che sconfisse i turchi durante la battaglia di Lepanto del 1571 (Sebastiano Venier, ndr) e a Carlo Martello che combattè la Battaglia di Poitiers. Questo cancellare la storia, questo rifiutarla, questa condizione che cancella la civiltà che abbiamo costruito è il pericolo che abbiamo di fronte”.

“Una violenza inaccettabile: il massacro di Christchurch è un dramma che dovrebbe far riflettere il mondo intero – il pensiero della presidente del Senato Elisabetta Casellati – Bisogna estirpare con forza dalla nostra società i germi dell’odio, dell’intolleranza e del razzismo. Esprimo solidarietà alle famiglie delle 49 vittime di questo folle attentato”. Un attacco che “lascia sgomenti – si legge in una nota del presidente della Camera, Roberto Fico – Atti di violenza inaudita e di odio che vanno condannati fermamente“.

“Il mio pensiero e il mio cordoglio per le 49 vittime di #Christchurch – scrive il vicepremier Luigi Di Maio su Twitter – L’Italia è vicina a tutte quelle famiglie che oggi hanno visto una persona cara andarsene o ferita per mano del terrorismo. Mi unisco al loro dolore”.

Assoluta condanna per gli infami assassini, preghiera per le vittime innocenti, compassione per quelli che ‘è sempre colpa di Salvini‘”, afferma invece il vicepremier e ministero dell’Interno.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Attacco Nuova Zelanda, l’ossessione del terrorista: la “sostituzione etnica”, parola d’ordine delle destre sovraniste dell’Ue

prev
Articolo Successivo

Attentato Nuova Zelanda, anni fa non avremmo accettato di vedere la morte in diretta. Oggi sì

next