Luca Traini“. “Sebastiano Venier“. “1571“, anno della battaglia di Lepanto. Ma anche “migration compact” e “kebab remover“. Sono alcune delle scritte che compaiono sulle armi utilizzate da Brenton Tarrant, il 28 australiano indicato dalle forze di polizia neozelandesi come autore dell’attacco alle due moschee di Christchurch, in cui sono morte almeno 49 persone.

Attentato Nuova Zelanda. “Luca Traini”, “Migration compact”, “Kebab remover”: le scritte sui fucili usati dal terrorista

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Attentato Nuova Zelanda, 40 morti in diretta Facebook. La violenza diventa show (e noi siamo complici)

next