L’8 marzo 2019 è previsto uno sciopero generale. A fermarsi sarà tutto il comparto pubblico e privato, compreso il trasporto pubblico con treni, aerei, metropolitane, bus, tram e persino traghetti e taxi.

I treni e le fasce garantite
Oltre agli aerei, i mezzi pubblici locali, navi e taxi a fermarsi per 24 ore saranno i treni: dalla mezzanotte dell’8 marzo alle ore 21 o fino alle 23.59, in base alla sigla sindacale coinvolta. La sigla Cub Trasporti ha indetto uno sciopero del personale Italo Ntv, Trenord e FSI. Intanto, come sempre nel caso di sciopero, alcuni servizi saranno garantiti. Trenitalia mette a disposizione i treni minimi garantiti in caso di sciopero. Anche Trenord comunica quali sono i treni garantiti in caso di sciopero. La stessa cosa si può controllare su Italo Treno collegandosi al sito.

In ogni caso, vista la portata della protesta che coinvolgerà ogni comparto pubblico e privato, sarà necessario tenersi aggiornati in tempo reale su possibili cancellazioni e ritardi dei convogli. A Milano l’agitazione riguarderà sia i mezzi di superficie sia la metropolitana ed è prevista dalle 8.45 alle 15.00 e dalle 18.00 fino al termine del servizio.