“Non sta a me dire e nemmeno pensare se potrebbe saltare il governo su questa vicenda. Non credo, però”. A dirlo è il presidente dell’associazione Rousseau, Davide Casaleggio, che in giornata si è espresso sulla questione Tav. Il figlio del cofondatore del Movimento ha rimarcato, ripetendolo due volte, come la base “abbia sempre espresso la propria opinione in modo univoco su questo tema. Penso che il tema Tav sia già stato dibattuto anni e anni con gli iscritti, e mi sembra che la soluzione e il punto di arrivo sia sempre stato lo stesso”.

“Il 70% degli elettori M5s è favorevole alla Tav”. “Un clamoroso falso”. Secondo diversi quotidiani, tra i quali il Corriere della Sera, il Movimento ha realizzato un sondaggio “interno” sulla Torino-Lione, dal quale emergerebbe il “sì” schiacciante dell’elettorato all’opera. Ma la notizia è fermamente smentita da una nota dei pentastellati: “Un clamoroso falso, il M5s non è in possesso di alcun sondaggio. I sondaggi che abbiamo visionato noi a febbraio danno i due terzi degli elettori del M5s contrari al Tav”.

Dati che sono confermati, continua la nota, da un altro sondaggio di Demopolis per la trasmissione Otto e Mezzo di La7 che risale alla metà di gennaio: in quel caso, stando all’istituto di rilevazione, appena il 18% degli elettori Cinque Stelle sarebbero favorevoli. “Cioè l’opposto di quello che si sta diffondendo sui media. A che gioco sporco si sta giocando?”, conclude la nota del Movimento.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, Fratoianni: “Con Salvini sdoganato razzismo”. Schlein: “Sono suoi amici a bloccare riforma in Europa”

next
Articolo Successivo

Sicurezza, il sindaco del Pd fa le ronde e Forza Nuova gli regala la tessera. Ma lui respinge: “La cestino subito”

next