Alessandro Del Piero è diventato il proprietario di una squadra a Los Angeles, città dove vive da qualche anno. A rivelarlo è lo stesso ex capitano della Juve, sul proprio sito ufficiale e sui social. “Alla fine della scorsa estate ho deciso di diventare proprietario – con la società Edge Americas della quale sono cofondatore insieme al mio business partner Jeffrey Whalen – di una piccola squadra di calcio. Un’avventura che mi ha conquistato fin da subito. La squadra si chiama LA10FC, i nostri colori sociali sono il bianco, il nero e il grigio“. Una scelta dettata dalla passione, come spiega il campione del mondo: “La dimensione del calcio legata alla pura passione. Questo, in fondo, è quello che volevo”.

E qualche successo Del Piero l’ha già ottenuto anche da patron: “Alla prima stagione abbiamo vinto la nostra Division, conquistando la promozione in Upsl, la terza Lega americana, chiudendo il campionato da imbattuti. Dopo un periodo di anonimato (sapete come sono fatto, a me piacciono riservatezza e tranquillità), ho deciso di condividere questa bella esperienza, anche per rendere merito a tutto il team per i risultati raggiunti e ringraziare lo staff tecnico, dirigenziale e tutti i giocatori, in vista della nuova stagione”.
“L’ho già fatto in privato, lo rifaccio adesso, mentre stiamo preparando il ritorno in campo. Conquistare il primo successo da proprietario – conclude- ha avuto un sapore speciale, diverso, nuovo, divertente. Un sapore che mi piace, perché mi riporta a quando tutto era solo un gioco”. Una nuova sfida che il campione veneto lancia anche ai suoi fans: “Allora, adesso farete il tifo per noi?”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Europa League, una scia di fuoco ‘scorta’ lo Zenit allo stadio: la coreografia dei fan è spettacolare (e la squadra vince)

next