Mahmood ha vinto il Festival di Sanremo ma era solo terzo il classifica nelle preferenze espresse con il televoto: questo ha messo in luce il divario fra i voti espressi dal pubblico a casa e quelli delle due giurie di di qualità, ovvero i giornalisti della sala stampa e la giuria d’onore, che hanno letteralmente ribaltato i risultati del pubblico. Secondo i dati infatti, nella finalissima di sabato 9 febbraio il cantautore italo-egiziano, vincitore a sorpresa del Festival, si è aggiudicato il gradino più alto del podio con il 38,9% dei voti complessivi, staccando per soli tre punti il secondo classificato Ultimo (35,6%) e lasciando terzi Il Volo con il 25,5% dei voti.

Percentuali ottenute combinando le preferenze espresse dal pubblico a casa, che hanno pesato per il 50%, insieme al voto della sala stampa che ha contato invece per il 30% e quello della giuria d’onore (20%). Andando però a vedere che cosa aveva scelto il pubblico tramite il televoto, il podio è ribaltato e vede nettamente in testa Ultimo con il 46,5% delle preferenze, seguito da Il Volo con il 39,4% e da Mahmood con soltanto il 14,1% dei televoti.  La scelta delle giurie interne è stata quindi determinante nella vittoria di Mahmood: un fatto che non è passato inosservato sui social, dove è scoppiata la polemica.

Vince uno che al televoto ha preso il 14%, a dimostrazione del fatto che della vostra opinione non frega un cazzo a nessuno, ma voi gioite per il presunto schiaffo a Salvini, ci vediamo alle europee”, scrive qualcuno su twitter. E ancora: “Comunque il 46% del televoto a favore di Ultimo ma Ultimo non vince per ricordarci sempre che la volontà popolare non conta un cazzo”; “Raga Mahmood il meno votato (MA DI TANTO) al televoto, Sala stampa e Giuria hanno ribaltato il risultato ALE BORGHESE CI SENTI?“; “Scandalo percentuali inesistente“; “Ultimo al televoto ha avuto il 49% se non erro. Non riesco proprio a capire. Bisogna cambiare qualcosa. HA TROPPO POCO POTERE IL POPOLO”.

Sulla questione è intervenuto lo stesso Ultimo che nella notte ha twittato: “La gente è la mia vittoria. Da casa eravamo il quadruplo rispetto agli altri. Dalla parte vostra per sempre. Ci vediamo al tour e allo Stadio Olimpico”. In sala stampa era stata chiara la delusione del musicista romano che si era sfogato attaccando i cronisti: “Io non ho mai avuto la pretesa di venire qui e vincere, a differenza di quello che avete detto voi, tirandomela”. 

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Sanremo 2019, Salvini preferisce Ultimo a Mahmood: Elisa Isoardi ribatte

next
Articolo Successivo

Francesco Chiofalo: “Ho subito un’operazione al cervello durata 14 ore. Ecco ‘perché ho voluto raccontarlo sui social”

next