“Trovo singolare che un rappresentante del governo vada a incontrare i gilet gialli,  quelli che contestano il governo francese, mentre si rifiuta di incontrare i sindacati italiani“. Maurizio Landini, fresco di elezione a segretario generale della Cgil, all’incontro con la stampa estera non si esime dal commentare i rapporti tesi tra Italia e Francia. La critica è evidentemente per il ministro del Lavoro e vicepremier Luigi Di Maio.

Secondo Landini, “la reazione del governo francese è significativa – ha aggiunto – un elemento che preoccupa e che aumenta l’isolamento dell’Italia in Europa”. “Spero che questa vicenda non abbia conseguenze pesanti su dossier strategici per il Paese”, conclude sull’argomento il segretario Cgil.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pansa: “E’ un governo di terroristi. Ne serve uno di tecnici sostenuto da militari. Di Maio e Di Battista non sanno un c…”

next