Chi ha un giardino, anche piccolo, conosce bene la scocciatura di dover rasare l’erba a intervalli regolari dalla primavera all’autunno. iRobot, azienda produttrice del robot domestico Roomba, promette di tenere il prato in ordine con la stessa perizia con cui aspira sporcizia e peli di animali dai pavimenti di casa. La novità che ha appena annunciato si chiama Terra e per fabbricarlo ha dovuto mettere in campo tecnologie differenti da quelle del Roomba.

Appurato che il GPS non sarebbe abbastanza preciso, e che le telecamere si sporcherebbero in fretta di terriccio e di erba diventando inservibili, Terra mappa il giardino usando piccole aste radio-faro. In pratica, prima di iniziare a usarlo bisognerà posizionare le aste alle estremità dell’area verde da manutenere, quindi “istruire” il sistema su quella che è l’area da falciare, servendosi di un joystick senza fili per fargli percorrere il perimetro.

A questo punto il robot fa il resto: memorizzata l’area da rasare e le zone da evitare, ogni volta che si metterà in moto seguirà il percorso di taglio consolidato. Le aste devono restare al loro posto e sono alimentate mediante una batteria che ha una durata di un anno. Analogamente all’aspirapolvere domestico, si può usare l’app iRobot HOME per pianificare e personalizzare gli orari di attivazione, oltre che in questo caso le preferenze di taglio. Quando la batteria è scarica, Terra torna da solo alla base di ricarica. Non dovrete preoccuparvi delle condizioni meteo: la casa produttrice assicura che Terra è stato progettato in maniera da “operare in condizioni meteorologiche avverse e muoversi su terreni esterni anche difficili”.

Un dettaglio importante è che Terra è predisposto per essere inserito in un ambiente connesso all’Internet delle Cose. Questo significa che oggi dovrete essere voi a tenere conto degli orari dell’irrigazione automatica quando programmate l’avvio di Terra. In futuro, forse già dal 2020, potrebbe esserci un sistema unico che coordina queste attività in maniera che non si sovrappongano. L’azienda non ha ancora reso noto il prezzo di Terra, che sarà in vendita entro marzo in Germania.

Va detto che sul mercato sono già disponibili robot di diverse marche che si occupano autonomamente del taglio dell’erba. Quando il prodotto di iRobot sarà in commercio si potranno valutare le differenze rispetto ai concorrenti già in attività.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Resident Evil 2: per il remake dell’horror di Capcom non solo una grafica rinnovata, ma anche meccaniche più moderne

next
Articolo Successivo

Honor 10 Lite, smartphone da 239 euro con schermo grande e autonomia elevata

next