“La prossima settimana sarò a Chiomonte al fianco delle forze dell’ordine e a ribadire che i numeri in mio possesso dicono che l’opera va completata, che serve all’Italia, che sono maggiori i costi per sospenderla rispetto ad ultimarla”. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, rispondendo ai cronisti durante la consegna di una villetta confiscata alla mafia a Roma, ribadisce il suo sì alla Tav e riapre lo scontro nel governo, svelando anche di aver consultato degli esperti che gli hanno fornito dati sulla Torino-Lione. “Poi ci confronteremo serenamente all’interno del governo – continua Salvini – Io ho dei numeri forniti da alcuni tecnici ma aspetto di leggere quelli della commissione“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Shoah, Fico su ‘Protocolli Savi di Sion’ citati da senatore M5s Lannutti: “Condanno con forza e vigore uso di falsi storici”

next
Articolo Successivo

Lega, Garavaglia: “Col M5s ci prendiamo a sportellate ma governo regge. Diciotti? Vediamo come votano”

next