E se un giorno fossero dei cani robot a consegnare a domicilio gli acquisti effettuati in rete? È l’idea balenata nella mente dei progettisti di Continental, uno dei più grandi fornitori dell’industria automobilistica: una specie di postini robotici a quattro zampe, del tutto simili a quel Fido che nei film americani raccoglie il giornale in giardino e lo porta in casa.

I “robodog” in questione viaggerebbero a bordo di veicoli a guida autonoma, capaci di trasportare uno o più cani meccanici ed organizzarli in maniera da gestire la parte finale nella catena logistica delle consegne. In altri termini, i cani robot servirebbero per coprire gli ultimi metri del tragitto percorso dalla spedizione. Inoltre, questa tecnologia potrebbe aiutare pure le persone che non sono fisicamente in grado di ritirare il proprio pacco.

Il tutto è basato su “CUbE”, la piattaforma di sviluppo elettrificata e autonoma di Continental. E la crescita dell’E-Commerce rende la suddetta soluzione estremamente interessante per la consegna di articoli nelle aree residenziali. Ecco perché i veicoli autopilotati e i robot postini possiedono un bacino di utenza potenzialmente infinito.

“Le sfide per un robot postino sono analoghe a quelle da affrontare con i veicoli automatizzati”, afferma in una nota ufficiale Jeremy McClain, Direttore di Systems & Technology, Continental Nord America: “Inoltre, i robot postini richiederanno una tecnologia avanzata e robusta, proprio come quella richiesta dal settore automobilistico. Ci saranno picchi di domanda per i veicoli autonomi durante il giorno e il loro uso al di fuori delle ore di punta permetterà ai robot postini di entrare in azione”.