È stato arrestato l’automobilista ritenuto responsabile di aver travolto e ucciso il 13 gennaio sulla provinciale Milano-Meda Eugenio Fumagalli, il tassista 47enne che si era fermato per soccorrere una giovane coppia all’altezza dello svincolo di Binzago, in Brianza. A comunicare l’arresto dell’uomo, accusato di fuga e omissione di soccorso, è stata la questura di Milano. L’incidente era avvenuto intorno alle 3.30, quando Fumagalli, un ex poliziotto conosciuto come “Zulu 15” dal nome del suo taxi, tornando a casa, nel Comasco, dopo il turno di lavoro, non ci aveva pensato due volte a scendere dall’auto per salvare due giovani fidanzati, rimasti intrappolati tra le lamiere dopo la carambola causata da un’altra macchina.

Il giovane arrestato ha raccontato agli agenti che sono risaliti a lui di non essersi costituito perché aveva bevuto. Rintracciato a casa e sottoposto a controllo etilometrico alle 9.30 del mattino, a circa 6 ore di distanza dall’incidente, aveva un tasso alcolemico compreso tra lo 0,50 e lo 0,52.

Il primo incidente era avvenuto poco dopo le 3 della notte. A bordo una Fiat 600 c’erano due ragazzi incastrati tra le lamiere. Il conducente dell’altro veicolo però non si era fermato. Pochi minuti dopo era arrivata la macchina bianca: il tassista, che a quanto pare indossava il giubbotto di sicurezza giallo, era stato centrato. Sul posto il personale del 118, i vigili del fuoco e gli uomini della Polstrada di Seregno. “Ci ha salvato la vita –  avevano raccontato i due ragazzi, lui 21enne di Limbiate, lei 19enne di Meda -, senza di lui saremmo morti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Donna carbonizzata a Brescia, confessa l’ex amante del marito: “Abbiamo litigato, non volevo ucciderla”

next
Articolo Successivo

Vicenza, uccide la figlia di tre giorni gettandola a terra e tenta il suicidio con un coltello: arrestata quarantunenne

next