Non può cadere questo governo, che sta facendo cose rivoluzionarie. C’è un ribaltamento totale del fare politica. “Governo del popolo” non è una frase tanto per dire”. Sono le parole del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, intervenuto a Omnibus, su La7. Il politico del M5s, incalzato dalla conduttrice Alessandra Sardoni, risponde sulla questione Tav: “Il M5s è sempre stato contro un’opera che è uno spreco assoluto di denaro, ma siccome siamo persone coerenti e perbene, abbiamo fatto una cosa che non ha mai fatto nessuno. Solo il buco nella montagna costa 11 miliardi di euro. Non è vero che l’analisi costi-benefici è segretissima, stiamo facendo una cosa molto complessa. Non è che, se mi arriva un documento, lo timbro e lo protocollo immediatamente. Lo stiamo analizzando coi miei tecnici, ci vorranno pochi giorni per dire se è ok. Poi lo protocolleremo e lo consegneremo alla commissione”.
E puntualizza: “Se l’analisi costi-benefici sulla Tav sarà negativa, ne parlerò con la Francia, la Commissione Ue e ne parleremo all’interno del governo, ne parleremo assolutamente con la Lega, senza alcun pregiudizio. La Lega è favorevole alla Tav? Nel contratto di governo c’è scritto che va ridiscussa interamente l’opera. E noi partiamo dai numeri. L’importante per me oggi è gestire bene il portafoglio di denaro pubblico, cosa che prima non è mai stata fatta”.
Battuta finale sul caso Battisti e sul contestato video pubblicato dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede: “Ma secondo lei lei a me interessa che cosa indossa Bonafede o Salvini? A me interessa cosa fanno. Abbiamo preso un terrorista, va benissimo. A Bonafede faccio un applauso ha fatto la legge salva-corrotti. Per me il video ha zero interesse. Non me ne frega nulla. Sono felicissimo“.