Una settimana dopo il ritrovamento del capodoglio “Leopoldo”, spiaggiato sulla costa ovest dell’isola d’Ischia, la cui morte è stata causata dall’ingerimento di buste di plastica e filo di nylon, la moria di migliaia di gamberi, scoperti ieri mattina dalla Guardia Costiera nella baia di San Montano, crea un nuovo allarme ecologico.
La Guardia Costiera di Ischia, diretta dal Tenente di Vascello Andrea Meloni, ha cinturato l’area interessata e suggerito a quanti si erano recati in zona armati di paletta e secchielli di non toccare, per motivi precauzionali, i crostacei. Per il momento resta infatti un mistero la causa della morte dei gamberetti. Indagano i militari ed i biologi della Stazione zoologica Anton Dohrn, che hanno prelevato campioni di gamberi dalla spiaggia e avviato le analisi scientifiche, che potranno fornire risposte certe ma solo nei prossimi giorni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

“Rispettate la legge”, il video choc della polizia sulla sicurezza in strada: l’incidente è spaventoso

prev
Articolo Successivo

Katelyn Ohashi, ecco a voi l’esibizione perfetta. La ginnasta lascia tutti a bocca aperta e per lei è un trionfo

next