“Non siamo contrari a combattere la povertà e avere più strumenti che accompagnano al lavoro, ma il mescolamento può far correre dei rischi. In più questa logica che una parte dei soldi per il reddito di cittadinanza possa finire alle imprese che assumono a membra un controsenso rispetto ai problemi che abbiamo”. Lo ha detto il candidato alla segreteria generale della Cgil, Maurizio Landini, a margine del convegno ‘Lavoro società”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sciopero trasporti lunedì 21 gennaio: stop per 4 ore a metro e bus. Fermi dalle 10 alle 14 anche i pullman a noleggio

prev
Articolo Successivo

Sicilia, giovani medici contro la Regione: “Nuova legge sul 118 ci penalizza”. L’assessore: “Non sanno leggere il decreto”

next