A San Petersburg, in Florida, un uomo è stato arrestato dalla polizia, con l’accusa di lesioni, per aver aggredito una dipendente di un Mc Donald’s. Daniel Taylor, 41 anni, ha insultato e poi messo le mani addosso a Yasmine James, una lavoratrice della catena di fast food. Il motivo, banale, è che l’uomo pretendeva una cannuccia che non aveva trovato al bancone. Dopo una serie di parolacce rivolte alla donna, Taylor le ha messo le mani addosso ma James ha reagito colpendolo con una raffica di pugni. la ragazza, ex pugile, è stata sospesa dal proprio datore di lavoro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Populismo, l’irriverente discorso di Natalino Balasso: “Ecco cosa accadrebbe se governasse davvero il popolo…”

prev
Articolo Successivo

Capri, la festa di Capodanno in centro è un flop. Il Comune: “Uno show indegno, chiediamo i danni”. Il video dalla piazza

next