“Io il contratto l’ho firmato con Salvini e nel contratto c’è il reddito di cittadinanza, ci sono le pensioni minime più alte, gli aiuti ai lavoratori, abbiamo limitato i contratti precari: noi dobbiamo andare avanti in questa direzione perchè se ricostituiamo lo Stato sociale aiutiamo le persone in difficoltà riparte la domanda interna e ne gioverà tutta l’economia”. Così Luigi Di Maio a chi gli chiede di commentare le posizioni del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti.

“A me l’Italia piace tutta. Non c’è un’Italia che non mi piace, mi piace il risotto alla milanese e la pizza napoletana. Dire che il reddito di cittadinanza piace a chi non non ci piace significa dire che non ci piacciono le persone in difficoltà. Noi siamo stati eletti per aiutare anche le persone che non stanno bene”, ha aggiunto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tesoro, il capo di gabinetto Garofoli in uscita a fine mese: Lambiase in pole per la successione

next
Articolo Successivo

Pd, Faraone segretario in Sicilia apre il partito: “Micciché? Noi polo di tutti i moderati”. 2 ricorsi contro sua elezione

next