Sarà depositato entro lunedì 10 dicembre il ricorso in Cassazione della Procura Generale di Milano contro l’ordinanza con cui il Tribunale di Sorveglianza ha confermato l’affidamento territoriale a Fabrizio Corona, rigettando così la richiesta del ritorno in carcere, avanzata dal procuratore Nunzia Gatto. Venerdì scorso, il Tribunale di Sorveglianza, rendendo definitivo l’affidamento terapeutico territoriale, aveva parlato di esito “positivo” del percorso di Corona e di “numerosi passi avanti” compiuti. 

Il procuratore Gatto, da quanto apprende l’Ansa, sta scrivendo l’atto di impugnazione con cui si ribadisce che l’ex agente fotografico deve espiare la pena in cella per le molte violazioni sia della legge sugli stupefacenti che prevede l’affidamento in prova in casi particolari sia delle prescrizioni ordinarie. Il Procuratore aveva già evidenziato in udienza davanti ai giudici le violazioni commesse dall’ex fotografo con le ospitate in tv e il mancato rispetto di regole e orari. Due casi su tutti: la sua presenza, di sera, a Roma, in occasione di una puntata del Grande Fratello Vip, in cui aveva litigato con Ilary Blasi, e gli insulti al sostituto procuratore di Milano.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ruby, pm di Milano valutano indagini su dichiarazioni ex legale: “Da Berlusconi 5 milioni”. Ipotesi rogatoria in Messico

prev
Articolo Successivo

Padrini Fondatori, la sentenza sulla Trattativa Stato-mafia nel nuovo libro di Travaglio e Lillo. In uscita il 6 dicembre

next