Celine Dion ha lanciato una linea di abbigliamento per bambini in collaborazione con il brand “Nununu”, con l’obiettivo di superare le etichette di abiti maschili e femminili. Sotto la bandiera del “gender fluid” quindi, la cantante, celebre per la colonna sonora di Titanic, voleva “liberare i bambini dai ruoli tradizionali del ragazzo/ragazza e consentire ai giovani di crescere su valori di uguaglianza”, come si legge nel sito di Celinununu. Ma secondo il National Catholic Register introdurrebbe i bambini al “mondo oscuro del culto di Satana”, promuovendo nei capi da lei disegnati dei messaggi satanici. 

A suscitare perplessità è infatti lo spot pubblicitario che presenta la collezione. Nel video, Celine Dion fa irruzione nel settore neonatale di un ospedale dove, soffiando su una polvere nera, cancella i simboli di maschio e femmina. Le tutine rosa e azzurre dei piccoli diventano bianche con delle croci nere mentre lei dice che “ognuno di loro sceglierà il proprio percorso”. Il National Catholic Register, importante giornale statunitense, si è infatti consultato con un esorcista professionista, John Esseff, giungendo alla conclusione che la diva sia in combutta col demonio: “Sono convinto che la maniera in cui questa cosa dei gender si sia divulgata è demoniaca – ha detto l’esorcista interpellato -. Quando un bambino nasce, qual è la prima cosa che diciamo di lui? È un bambino, è una bambina. È la cosa più naturale del mondo da dire. Affermare che non ci sia alcuna differenza è una cosa satanica“.

Tra gli elementi contestati dall’esorcista ci sono le croci nere e i teschi stampati sui vestiti, ma anche i triangoli stampati su felpe e magliette: a suo dire, “un chiaro riferimento agli illuminati”.  Un altro esempio di messaggio occulto sarebbero poi le toppe sulle ginocchia: su una c’è il numero 3, sull’altra il 6. “Si tratta di 3 volte 6?” si chiede l’autore dell’articolo. “È assolutamente falso – continua – i generi che Dio ha creato sono solo due. Il diavolo sta perseguitando i bambini“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#Celinununu #neworder

Un post condiviso da Celinununu (@celinununu) in data:

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sandro Mayer, quelle sue interviste diventate un cult. Il ricordo dei colleghi sui social: “Grazie dei tuoi consigli, ci mancheranno”

next
Articolo Successivo

Fedez: “Qui sembra il villaggio di Babbo Natale mentre io avevo chiesto solo il presepe con i Power Rangers. Non conto nulla io”

next