È tensione tra Russia e Ucraina dopo che ieri una nave della Guardia costiera russa ha speronato un rimorchiatore ucraino, nel Mar Nero (per l’esattezza, lo stretto di Kerch, al largo della Crimea), che trasportava due unità militari. Secondo fonti ufficiali ucraine, che hanno diffuso il video, i russi avrebbero fatto fuoco prima di sequestrare le tre imbarcazioni. Nella notte il governo di Kiev si è riunito d’urgenza per chiedere al Parlamento di dichiarare la legge marziale.

Video Twitter

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Russia-Ucraina, scontro in mare tra navi: sale tensione. Il Parlamento voterà se introdurre legge marziale. Proteste a Kiev

prev
Articolo Successivo

Egitto, torture e sparizioni forzate ai danni di minorenni. Il Paese risponda alle accuse di Amnesty

next