“Questi hanno capito tutto, se ne fottono bellamente e apertamente dello spread, dei mercati, del deficit e dell’Europa. Hanno trasgredito, sono troppo forti”. La prima manovra del governo M5s – Lega ha un sostenitore inaspettato: Gianfranco Miccichè. Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana e storico leader di Forza Italia è intervenuto a Palermo alla “Leopolda del Sud” promossa dal renziano Davide Faraone. “Sono qui per cortesia, mi hanno invitato e ho risposto per educazione”, ha detto Micciché prima di elogiare ironicamente le due forze di maggioranza.

“Cosa succederà? Io lo so, il presidente Mattarella entrerà in difficoltà e non gli firmerà questa manovra. Risultato? La fine del mondo, si tornerà a votare e prenderanno l’80%“, dice il commissario di Forza Italia. Che è contrario al ritorno del centrodestra. “Io non ho aperto un dibattito con Salvini, l’ho chiuso. Con Salvini non c’e’ dialogo”, dice riferendosi a quando – durante il dibattito sul caso della Diciotti – aveva definito “uno stronzo” il ministro dell’Interno. “Ancora lo corteggiamo – si lamenta Miccichè – perchè abbiamo il mito delle alleanze… minchiate… se pensiamo alle alleanze che puntano a ricostruire il quadro politico che c’era fino all’anno scorso, siamo degli illusi”.

E visto che era alla festa del Pd, MIcciché ha lanciato un messaggio d’alleanza ai dem. “Proviamo a evitare di odiarci tra noi, proviamo a trovare soluzioni comuni. Non credo sia facile, siamo pronti a seguire gli eventi nazionali anche qui in Sicilia nonostante credo sia difficile. Forza Italia e Pd hanno perso tanto perché si sono massacrati al loro interno. La gente è stufa delle liti. Proviamoci”.

Sul palco in compagnia di Pierferdinando Casini e Lorenzo Guerini, lo storico viceré di Silvio Berlusconi in Sicilia si è poi lasciato andare a un vero e proprio show. “Noi tre siamo troppo vecchi, questa è la verità. Ragionare ancora su vecchi schemi, chi fa il segretario del Pd, è sbagliato”. Quindisi è rivolto all’ex vicesegretario dem: “Guerini., ogni volta che dici siamo europeisti perdiamo mille voti”.

di Miriam Di Peri

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pd, Mentana: “Renzi? È come Jessica Rabbit, è disegnato così e non cambierà mai”

prev
Articolo Successivo

Berlusconi: “Se la Lega non manterrà le promesse, salterà tutto per aria”. Poi attacca M5S: “Rendono i cittadini sudditi”

next