Si facevano chiamare “Rivoluzione Chemnzitz” e progettavano attentati per il 3 ottobre, giorno in cui in Germania si festeggia la Riunificazione. Per questo la polizia tedesca ha arrestato 6 neonazisti, tra la Sassonia e la Baviera, con l’accusa di aver fondato un gruppo terroristico. Fra gli obiettivi ci sarebbero stati stranieri e anche politici di orientamento diverso dal proprio.

Secondo le indagini della procura federale, il gruppo, composto da giovani tra i 20 e i 30 anni tutti di nazionalità tedesca, aveva già provato a procurarsi armi semiautomatiche. Gli arrestati appartengono agli ambienti neonazi, agli hooligan e agli skinhead e cinque di loro avevano già preso parte agli scontri di Chemnitz dell’agosto scorso, quando rimasero ferite 20 persone.

Dopo la “caccia allo straniero”, organizzata dall’estrema destra, i cinque sono stati accusati di aver aggredito e ferito diversi cittadini stranieri, presenti in quell’occasione. Secondo la polizia, l’attacco nella città della Sassonia doveva servire da “prova generale” per gli agguati pianificati per la festa della Riunificazione.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Catalogna, separatisti fanno irruzione nella sede del governo di Girona e strappano la bandiera spagnola: “Fuori, fuori”

prev
Articolo Successivo

Giappone, il tifone Trami si abbatte sul Paese: due morti, 100 feriti e vento a più di 200 km/h. Le immagini

next