È ufficiale: Kimi Raikkonen dirà addio alla Ferrari alla fine di questa stagione. Al suo posto, al fianco di Sebastian Vettel, arriverà il monegasco Charles Leclerc, attualmente alla Sauber ma pilota della Ferrari Academy dal 2016. Ad annunciarlo è stato un comunicato a sorpresa della scuderia di Maranello: “Ferrari annuncia che Charles Leclerc nella prossima stagione di F1 guiderà per il team a fianco di Sebastian Vettel”.

La notizia, nell’aria da diverse settimane, arriva alla vigilia del Gran Premio di Singapore, in programma questo fine settimana. “Durante questi anni, Kimi ha dato alla squadra un contributo fondamentale, sia in qualità di pilota, sia per le sue doti umane. In qualità di campione del mondo, rimarrà sempre nella storia e nella famiglia della Scuderia”, è l’omaggio del Cavallino Rampante ad “Iceman“, l’ultimo pilota capace di portare la Ferrari alla vittoria del titolo mondiale piloti nel 2007.  Raikkonen, alla Ferrari dal 2007 al 2009, era tornato a Maranello nel 2014 dopo l’esperienza nel mondiale rally e in Lotus. Il 38enne finlandese lascia la Ferrari ma non la F1: sarà infatti pilota ufficiale della Sauber-Alfa Romeo per le stagioni 2019 e 2020, come lui stesso ha annunciato con un post su Instagram.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Guess who’s back?! Next two years with @sauberf1team ahead! Feels extremely good to go back where it all began!

Un post condiviso da Kimi Räikkönen (@kimimatiasraikkonen) in data:

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Formula 1, la doccia gelata del Gp Monza e gli interrogativi sulla Ferrari

prev
Articolo Successivo

F1 Gp Singapore 2018, Hamilton davanti a tutti, Vettel “era battibile”, orari tv su Sky e TV8 (DIRETTA)

next