Polemiche contro il ministro M5s dei Trasporti Danilo Toninelli dopo che su Instagram ha postato una foto che lo ritrae al mare con la moglie. Lo scatto è stato pubblicato il 20 agosto e ha scatenato le critiche delle opposizioni che gli contestano il fatto di essere assente a poco più di una settimana dal crollo del ponte di Genova e mentre rimane ancora irrisolta la crisi della nave Diciotti con 177 migranti a bordo. Per Forza Italia è “un oltraggio delle vittime e della verità”, perché il titolare del dicastero, invece di andare subito in Aula a riferire sulla tragedia del ponte Morandi, “aveva bisogno di tempo per raccogliere le conchiglie”. E c’è chi tra gli azzurri ne chiede le dimissioni. Contro il rappresentante 5 stelle del governo è intervenuto su Twitter anche l’ex segretario Pd Matteo Renzi: “C’è una nave italiana con persone in difficoltà bloccata da uno scontro tra ministeri. C’è un ponte crollato e Genova divisa in due. C’è l’opposizione che chiede di riunire subito il Parlamento. E questo dà la colpa agli altri, saluta tutti e va al mare? Non è una favoletta”. Accuse a cui ha risposto direttamente Toninelli: “Mi fa ridere chi mi accusa di essere al mare con la mia famiglia”, ha scritto su Twitter. “Sono fisso al telefono e seguo ogni cosa che riguarda il ministero dei Trasporti e infrastrutture. E sono felice di farlo stando vicino a chi amo di più e da cui sono quasi sempre lontano. Si chiama amore, ma forse per certa gente è solo un’utopia”.

I primi a condannare il ministro sono stati i parlamentari di Forza Italia. “Avevamo chiesto che il ministro venisse già questa settimana in Parlamento per riferire sul disastro del ponte Morandi”, ha dichiarato nelle scorse ore il portavoce dei parlamentari di Camera e Senato Giorgio Mulé, “ma Toninelli aveva fatto sapere di aver bisogno di tempo per raccogliere più informazioni e ha fissato al 27 agosto. Forse, vista la scenografia della foto su Instagram, il tempo gli occorreva per raccogliere conchiglie”. Per Mulè “siamo davanti a un oltraggio delle vittime e della verità. Il ministro Toninelli, invece di stare spaparanzato al mare, rimuova immediatamente, come gli chiediamo da due giorni, i componenti della commissione da lui nominati in aperto conflitto di interessi: chiediamo scusa noi per lui agli italiani”. Per Mulè “Toninelli è un politico ridicolo che non si rende neppure conto di quanto sia inopportuno andarsene in giro e abbandonare la nave del suo Paese”. Intanto Diego Sozzani, capogruppo Fi in commissione Trasporti, ha chiesto pure le dimissioni del ministro per il “selfie patetico e vergognoso sulla spiaggia”, mentre Deborah Bergamini, vicepresidente Fi in Commissione Trasporti, ha scritto: “Toninelli si è preso una meritata vacanza dopo 3 mesi di lavoro. Speriamo che in spiaggia non faccia altrettanti danni di quanti ne sta combinando al ministero. Bene il cappello in testa che lo ripara dai colpi di sole”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Terremoto, scosse nella notte a Reggio Emilia: una di magnitudo 3.9. Trema ancora il Basso Molise

prev
Articolo Successivo

Autostrade, Di Battista: “Il Pd non vuole la nazionalizzazione solo perché l’ha proposta M5s”

next