È stata ritrovata la mamma di Selvaggia di Lucarelli. La donna, 75 anni e malata di Alzheimer, era scomparsa nel pomeriggio di lunedì dall’ospedale di Vasto, poco dopo l’ora di pranzo. La giornalista, firma de Il Fatto Quotidiano, aveva diffuso un appello sui social per chiedere aiuto agli utenti affinché fornisse segnalazioni in caso di avvistamento. Il sospiro di sollievo nella tarda mattinata di martedì. L’annuncio è stato dato dalla stessa Lucarelli su Facebook: “Mia madre è stata ritrovata ora dall’elicottero dei vigili del fuoco, era nei pressi di Monteodorisio camminando nelle campagne. Sta bene. Grazie a tutti”.

L’allarme era scattato nel pomeriggio di lunedì. La Lucarelli aveva scritto sui social: “Mia mamma è scomparsa a Vasto, in Abruzzo. Soffre di Alzheimer. Aiutatemi a trovarla”. La madre Nadia – vestita di nero, foulard arancione e con un cappello di paglia bianco – era stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza all’uscita dal pronto soccorso di Vasto poco dopo le 14: “Oggi pomeriggio è andata all’ospedale del centro di Vasto perché si era fatta male a un gomito. L’hanno fasciata e lasciata in una stanza per fare una risonanza – raccontava la giornalista – Mio padre si è allontanato. Mia mamma non ha mai fatto quella risonanza e da quel momento è sparita. Soffre di Alzheimer, non si era mai persa”.

Le telecamere, aggiungeva la Lucarelli, “hanno visto mia mamma uscire dall’ospedale alle 14,10”. Poi, spiegava, “mi sono arrivate varie segnalazioni, le ultime due in via Luigi Cardone località Sant’Antonio alle 15,20 circa, quindi a 2 km circa dall’ospedale. Da quel momento nessuno l’ha più vista”. La giornalista, che al momento si trova in Perù, raccontava che la madre si trovava sulla strada “per Cupello (dove abbiamo una casa), quindi ha tentato di tornare a casa”.

“Mio fratello e miei parenti stanno cercando di fare il possibile ma serve che la si cerchi in fretta perché è notte, ha 75 anni e sarà spaventata chissà dove – concludeva ringraziando chiunque si sia attivato nelle ricerche – Se avete segnalazioni, scrivetemi. Al momento la stanno cercando polizia, carabinieri, vigili del fuoco, protezione civile, privati cittadini. Contiamo di trovarla, ritengo sia rimasta in zona Sant’Antonio, ma le ore passano”. Alle 11 di martedì, il ritrovamento.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Aquarius, “Gli italiani non coordinano più e i libici non danno informazioni sulle barche in difficoltà: i 141 salvati per caso”

prev
Articolo Successivo

Maltempo, tromba d’aria sul litorale di Celle Ligure: il mini tornado filmato dai bagnanti

next