Una ragazza di 16 anni è ai bordi di un ponte sopra il Lewis River, a Yacolt, negli Stati Uniti, insieme ad alcuni amici. Nel video, pubblicato su Youtube da Ashley Mahree, si sente la ragazza che esprime la propria contrarietà nel volersi tuffare in acqua dall’altezza di circa 18 metri. Per due volte, infatti, dice “no”, ma alle spalle un’amica, se così si può definire, le dà una forte spinta. La vittima, ora, è in ospedale e, come ha rivelato la madre, ha costole fratture, abrasioni e lesioni ai polmoni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il terremoto scuote la moschea, ma la fede dell’imam è di ferro. Guardate come reagisce (mentre gli altri scappano)

prev
Articolo Successivo

Tortona, cercasi persone con l’olfatto sviluppato: il Comune recluta “nasi” per indagare sui cattivi odori in città

next