Carolina del Sud, una donna alla guida di un Suv nero si rifiuta di fermarsi a un controllo di polizia e dà il via a un inseguimento selvaggio. Le pattuglie cercano in tutti i modi di fermare la sospettata che però riesce a tenere in scacco gli agenti per diversi minuti. La polizia, per fermare il mezzo, decide di speronarlo ad alta velocità, facendolo ribaltare. La donna ventiquattrenne alla guida, sbalzata fuori dal Suv, sopravvivrà miracolosamente all’incidente. Trasportata nel vicino ospedale per accertamenti, ora la donna si trova nel centro di detenzione della contea di Florence e dovrà rispondere di diversi capi d’accusa.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Quando il campeggio diventa un incubo: le tende volano a decine di metri d’altezza. Ecco perché

prev
Articolo Successivo

Quando la moda è col botto: scende dall’auto per ballare Drake, ma non guarda chi arriva sull’altra corsia

next