Vive da solo, completamente isolato dal mondo e senza contatti con altri esseri umani dal 1995. I ricercatori del Funai (l’ente che difende le comunità indigene dell‘Amazzonia) lo hanno ripreso da lontano mentre tagliava i rami di un albero con un’ascia. L’uomo, che dovrebbe avere tra i 50 e i 60 anni, è apparso in buona forma fisica. E’ stato ribattezzato l’indio delle buche, perché è solito scavare, anche per realizzare trappole con le quali cattura animali di cui si nutre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salvini al Washington Post: “Rivoluzione ucraina ispirata da poteri stranieri”. E il quotidiano precisa: “Nessun riscontro”

next
Articolo Successivo

Gaza sul filo di una tregua fragile: Hamas provoca per uscire dall’isolamento, ma Israele è ostaggio delle parole dei leader

next